Natale a Roma.In giro per i negozi di design

Giovedì scorso a Roma c’era un bel sole, come non approfittarne? Abbiamo indossato un paio di scarpe basse (avete mai provato a camminare con i tacchi sui sanpietrini? Ecco…!)  un giubbotto pesante per affrontare il freddo gelido e abbiamo intrapreso il nostro giro: missione DESIGN! Le feste si avvicinano e volevamo assolutamente individuare delle idee originali per gli amici, per i colleghi o per voi stessi!

Prima tappa: all’uscita della metro Cavour (p.zza della Suburra) c’è lo studio in-es.artdesign. Pochi pezzi in esposizione, soprattutto vasi o recipienti in silicone dai colori vivavi e lampade di varie dimensioni.

Ci spostiamo poi in Via Urbana al civico 101 dove incontriamo  la designer finlandese Elena Kihlman. Chi lo ha detto che i nord europeri sono persone fredde e distaccate? Basta entrare in questo negozio/laboratorio per sentire il calore dei colori, del feltro, della lana e soprattutto la passione che la Kihlman mette nel suo lavoro. Gli articoli sono molteplici e di vari prezzi: dall’oggettistica per la casa ai cuscini, dalle tende dai tessuti ricercati alle simpatiche soluzioni per la cameretta dei bambini…La maggior parte dei pezzi sono prodotti da artigiani locali, ma si possono trovare anche manufatti provenienti dai paesi nordici.

Pochi metri più in là, al 118, ci accolgono i giovani designer di Rigodritto che ci mostrano le loro lampade da tavolo che evocano pianeti lontani, librerie e cassettiere in legno per mettere tutto rigorosamente in ordine in casa, lampade a forma di fiori di loto. Lo spazio si divide tra showroom e laboratorio. Osservare i proprietari mentre si sporcano le mani nel realizzare gli oggetti rende davvero l’idea del “fatto a mano in Italia”. Vi consigliamo di farci un salto perché uno sguardo vale pi di mille parole!

In via Panisperna n.220 c’è Nora P dove il vintage e il contemporaneo si fondono armoniosamente. Tra i pezzi che segnaliamo: un tavolo vassoio in legno con decorazioni e diverse sedute di modernariato scandinavo restaurate.

Da Wunder Kammer in via del Boschetto n.130 protagonista  è il design tedesco Anni’50 e ’60: sedie, portapiatti, lampade e diverse stampe d’epoca, il luogo giusto  per chi ama quel periodo!

Cambiamo quartiere e arriviamo in via Gregorio VII, purtoppo sono le 15.30 e molti showroom sono chiusi. Abbandoniamo per un attimo l’artigianato e il vintage: qui c’è molto più interior design contemporaneo. Visitiamo lo studio Stuarr e l’obiettivo della macchina fotografica va sulle sedute Icon Kubikoff e Flux Chair.

Il tempo scorre veloce e muoversi da una zona all’altra di Roma, si sa,  è impegnativo. Ci accorgiamo che la lista di negozi che avremmo voluto visitare non  è nemmeno a metà!  Aiuto! Non riusciremo mai a completarla in giornata, ma non ci diamo per vinti e decidiamo di proseguire! Arriviamo a Largo Argentina dove visitiamo lo storico design store Spazio7  (Via dei Barbieri, 7). Qui ci accoglie una tavola vestita a festa con le porcellane di Richard Ginori, molti pezzi sono scontati e, in generale, tutta l’oggettistica per la cucina ha prezzi interessanti.

E rimaniamo sempre “in cucina” per una breve visita a Gusto Emporio Libreria (Piazza Augusto Imperatore 7): un alberello con le palline Pantone, una tavola apparecchiata per le feste con tovaglie, posate, piatti e bicchieri e naturalmente libri di interior design di cucine…viene voglia di comprare tutto e invitare a casa gli amici a cena!

Più avanti in via di Ripetta, all’interno di un palazzo storico che un tempo ospitava un convento, si trova MIA, uno spazio di oltre 250 mq con tante soluzioni regalo anche per bambini e ragazzi: iPhone/Tablet in legno, lampade in cemento e simpatici folletti per decorare la casa nel periodo natalizio.

Finora abbiamo visto sopratutto prodotti per la casa, ma vorremmo anche qualcosa di fashion da suggerirvi, quale posto migliore se non via del Babuino? Lo showroom Anteprima (civico 147 ) ci porta nel  coloratissimo mondo delle borse ideate dalla designer giapponese Izumi Ogino. Il materiale  PVC è intrecciato da artigiani italiani come se fosse lana,  stiamo osservando qualcosa che è la sintesi perfetta di un pezzo di design: innovazione, funzionalità, bellezza. La luce che ci ha abbagliati fino a poco fa era quella delle borse di Ogino, fuori però è  calata la sera, il clima è ancora più rigido, su Piazza del Popolo passeggiano pochi turisti.

Un’occhiata fugace all’orologio. Sono le 19:00. Abbiamo il tempo per un ultimo negozio. Decidiamo di dirigerci in Via Tiepolo 4b/6  da Attik, dove troviamo una serena atmosfera da aperitivo e una vasta esposizione di manufatti di modernariato scandinavo. Il giallo e rosso che colorano molti dei pezzi presenti danno calore alle nostre ormai stanche membra.

Il nostro tour è finito, ma la lista non è terminata. Su suggerimento di alcuni amici-di cui ci fidiamo ciecamente-vi segnaliamo anche Retro srl a Piazza del Fico, 20metriquadri a via Manunzio 66, Da Driade in via PO, AD in via Bissolati, Fedele82 in via Bruzi, Cetus Outlet a Castel Romano, D Cube in via della Pace.

A dir il vero, anche se animati dalle migliori intenzioni, non siamo completamente soddisfatti: sono troppo pochi i pezzi visti che ci hanno dato emozioni… Speriamo,però, di avervi comunque dato degli spunti interessanti, ma adesso tocca a voi: dove suggerite di andare per gli acquisti di design nella capitale o nelle altre città della Penisola?

Un commento su “Natale a Roma.In giro per i negozi di design

  1. Pingback: Natale a Roma.In giro per i negozi di design | Raymond Loewy ... | autoproduttori | Scoop.it

Lascia un Commento

Post Navigation